La comunità locale dovrebbe essere l’ambito verso il quale vengono adottate attività di branding sul patrimonio culturale”.


In questo intervento si intende affrontare il tema della preservazione e valorizzazione del patrimonio storico e del territorio locale attraverso la progettazione di strategie di branding cultural heritage e della modalità di comunicazione idonee per la crescita di valore economico a beneficio della collettività.

Ai fini del posizionamento competitivo del territorio e delle sue risorse culturali, riveste particolare importanza lo sviluppo di una strategia di marketing e comunicazione efficiente ed attrattiva. Diversi possono essere gli elementi coinvolti nella valorizzazione di un territorio con beni culturali materiali e immateriali, come i prodotti delle aziende locali, dell’artigianato e dell’artigianato che, messi insieme, possono facilitare la comprensione della cultura e dell’identità di un territorio.

Si osserva ancora l’incapacità di includere il patrimonio culturale in un’ottica di valorizzazione attiva, di responsabilità individuale e collettiva, puntando ad allargare il bacino di utenza per far sì che i luoghi della cultura, delle tradizioni, degli usi e dei costumi possano essere meglio compresi e possano acquisire un rinnovato appeal soprattutto verso le nuove generazioni.

È quindi evidente l’utilizzo di nuovi canali comunicativi, strumenti e linguaggi capaci di adattarsi agli scenari attuali. Oggi si cerca di favorire il libero accesso alla conoscenza, la condivisione dei dati, favorendo anche la libera circolazione delle risorse e delle immagini digitali. Queste azioni non sono esenti da critiche e persino da giuste considerazioni.

Dobbiamo superare, nel modo più adeguato possibile, quella visione che ha un significato spesso inteso come del tutto passivo e finalizzato esclusivamente alla conservazione e alla custodia dei beni.

Una possibile soluzione è partire dal fatto che le risorse culturali, siano esse beni materiali o immateriali, sono in grado di dar vita a prodotti e servizi di consumo che possono essere acquisiti e consumati mantenendo le caratteristiche intrinseche di irriproducibilità, originalità, indivisibilità e in particolare l’obiettivo principale e importante: generare valore per le comunità locali, che sono e resteranno le beneficiarie di ogni azione e intervento portato avanti a favore del patrimonio culturale. È quindi rilevante coinvolgere la comunità nel processo decisionale attraverso nuovi metodi e meccanismi partecipativi.

La domanda riguardava:

– Potresti fornire una panoramica generale sul significato del branding del patrimonio culturale?

Nella seconda parte di questo discorso esploreremo più approfonditamente la relazione tra il branding del patrimonio e il branding aziendale come fonte di vantaggio competitivo con conseguenze positive e negative per la comunità locale e la conservazione del patrimonio culturale.

Speakers

Mohamed Amer, Andrea Monaco

arti-talk #6 – Part 1